mese
periodo
ricorrenze
Tishrì
sett-ott
il “mese dei giganti”, perché comprende le maggiori solennità ebraiche (Rosh Ha-Shanà, i dieci giorni penitenziali Yamim Noraim, che culminano nel digiuno di Kippur) ed altre feste, quali Sukkot, Sheminì Atzereth e Simchat Torà.
Cheshvàn
ott-nov
per consolarlo, essendo privo di feste, viene chiamato Mar Cheshvàn, il "signor" Cheshvàn.
Kislèv
nov-dic
comprende la festa di Chanukkà (dal 25 al 2 o 3 Tevèt).
Tevèth
dic-gen
si ricorda con un digiuno l'assedio di Gerusalemme da parte dei Babilonesi e le vittime dell'Olocausto della II Guerra Mondiale.
Shevàt
gen-feb
si festeggia Rosh Hashanà Lailanòt (15).
Adàr
feb-mar
si festeggia Purìm (14), preceduto dal digiuno di Ester (13); Purìm Shushàn (15).
Nissàn
mar-apr
digiuno dei primogeniti (14), il 15 inizia Pésach.
Iyàr
apr-mag
si festeggia Yom Haatzmaùth (5) e Lag Ba'òmer (18).
Sivàn
mag-giu
festa di Shavu'òth (6).
Tamùz
giu-lug
si ricorda con un digiuno (17) l'assalto dei Babilonesi a Gerusalemme (586 a E.V.) e la breccia nelle mura di Gerusalemme da parte dei Romani (70 E.V.); Mosè rompe le tavole della Legge, a causa del vitello d'oro.
Av
lug-ago
si ricorda (9) con un digiuno la distruzione del I° Tempio (586 a E.V.) e del II° Tempio (70 E.V.).
Elùl
ago-set
si iniziano a recitare le Selichòt (preghiere di perdono).

 

 

Comunità
Servizi
Eventi e Pubblicazioni
Ebraismo